“Una gestione goffa e priva di una qualsiasi ragionevolezza”

Il Comune di Pisa ha fatto sperimentazioni su sperimentazioni sul traffico andando a peggiorare la viabilità in punti nevralgici della città – affermano Matteo Trapani, capogruppo PD, e Maria Antonietta Scognamiglio, consigliera PD e vicepresidente del consiglio comunale.

L’ultima è quella al Ponte della Fortezza.

“La sperimentazione al ponte della fortezza non fa che aggravare la situazione oltre che a creare una pericolosità dell’intera area. Rotonde piccole e pericolose, aumento del traffico, doppio senso con elevati elementi di pericolosità, alcuna politica per diminuirlo e lunghe file già i primi giorni”.

Tutto ciò si unisce a una politica sulle piste ciclabili che necessiterebbe di un vero piano integrato e di una strategicità ma che va avanti a spot su fondi PNRR o altro senza che Pisa continui ad avere un sistema di ciclabili quanto meno accettabile. Quella zona, tra la pericolosità, non ancora risolta e con continui lavori di modifica del cordolo in cemento della pista ciclabile, e la nuova sperimentazione della viabilità con piccole rotonde, non può continuare ad essere così e serve subito tornare indietro, rivedendo il sistema di ingresso e percorrenza in città che ormai è in totale caos per le scelte di questa amministrazione che hanno letteralmente stravolto senza un piano in testa e senza ridurre l’utilizzo di auto o razionalizzare le percorrenze”.

“È il caso di tornare indietro, rivedere interamente tutti i lavori fatti tra il Ponte, via Santa Marta e i lungarni per evitare che questa situazione continui più del dovuto creando disagi non accettabili. Questi disagi al traffico creano inoltre ulteriori problemi anche alla percorrenza di autobus -concludono i consiglieri – con ulteriori ritardi. Per questo proporremo un Qt nel prossimo consiglio comunale.

Leggi anche su Pisatoday

LEGGI L’ARTICOLO USCITO SU LA NAZIONE